I PUNTI CHIAVE

In cosa Credo

Una città sicura

Una città può essere vissuta bene quando è sicura. In tutte le zone cittadine dovranno essere favorite le iniziative di controllo ed integrazione sociale che scoraggino comportamenti pericolosi e criminosi. Attraverso l’apertura di attività aperte al pubblico fino a tarda sera, con l’attivazione di percorsi museali e culturali serali e notturni e con tutte le attività che favoriscono una fruizione diffusa dello spazio urbano si possono prevenire senza costi ed in maniera efficace le attività criminali.

Università

Trento da ormai quasi sessant’anni ospita un’università che nel corso del tempo ha raggiunto livelli di qualità assai elevati. Tuttavia la città ha fatto fatica a concepirsi come città universitaria nel senso classico del termine. Integrare meglio i due elementi fra loro potrà essere motivo di ulteriore rafforzamento dell’identità della città e della sua economia legata al commercio ed ai servizi.

Trento Smart City

La tecnologia offre potenzialità a tutt’oggi non pienamente e organicamente sfruttate dalla P.A. La stessa Città di Trento, seppure dotata di alcune applicazioni che consentono un più celere dialogo con il cittadino, risulta carente sotto alcuni profili. La nostra idea è dunque quella di rendere Trento DAVVERO “altamente digitalizzata” e “user friendly”, con un’evidente ricaduta positiva sulla qualità della vita dei cittadini e delle imprese, per l’evidente abbattimento dei tempi di attesa, e sulla efficienza, efficacia ed economicità dell’attività amministrativa.

Circoscrizioni

Noi crediamo nel decentramento politico-amministrativo e crediamo nella sussidiarietà verticale per cui riteniamo tutt’ora che le Circoscrizioni vadano mantenute e semmai valorizzate e potenziate quale strumento di ascolto del territorio e delle sue necessità. Certo su di esse andrà fatta una riflessione circa le competenze ed eventuali variazioni territoriali, ma tutto questo dovrà essere fatto non con operazioni di vertice ma sempre privilegiando il confronto e l’ascolto di queste realtà importantissime per la città.

CHI SONO

Laurea in Economia e Commercio

Economia politica

Vice Presidente nazionale UCID

Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti

Socio IAI

Istituto Affari Internazionali Roma

Socio Centesimus Annus

Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice

Presidente SSF Trentino

Sport Senza Frontiere Trentino APS

LA MIA CAMPAGNA È ALIMENTATA
DAI CONTRIBUTI DI SOSTENITORI COME TE

Diventa un volontario

Raccontaci qualcosa di te e di quello che saresti disponibile a fare

    Popolo iraniano

    Richiesta di sostegno

    Trento, 3 gennaio 2023

    Al Sindaco
    Al Presidente del Consiglio Comunale
    Loro sedi

    Spett.le Sindaco, Spett.le Presidente del Consiglio Comunale,
    sono Marcello Carli, consigliere del Comune di Trento.
    Scrivo la presente a seguito del momento delicatissimo che vive l’IRAN.
    In quel Paese, devastato da quarant’anni di regime teocratico ed antidemocratico, e negatorio dei principali diritti civili quali la libertà di abbigliamento e di parola, dopo la morte crudele di Masha Amini, ragazza barbaramente uccisa per non avere correttamente indossato il velo, migliaia e migliaia di ragazze e di ragazzi hanno iniziato una diffusa protesta per chiedere libertà, dignità e giustizia.
    Centinaia di questi sono stati arrestati ed uccisi, dopo tremende e crudeli torture, spesso impiccati. Molti tra queste e questi martiri erano eccellenti nello sport a livello internazionale.
    Ho scritto giorni fa una lettera all’Ambasciatore d’IRAN in Italia dichiarando di assumere il patrocino politico di un condannato a morte poco più che ventenne, e chiedere per lui clemenza ad un condannato. La sua colpa era quella di avere dato fuoco a dei cassonetti per protesta.
    Credo che se tutte le amministrazioni locali italiane ed europee, tutte le parlamentari ed i parlamentari italiani ed europei facessero lo stesso, creando una forte pressione internazionale, le cose potrebbero assumere una piega diversa e portare anche l’Unione europea ad assumere una posizione più chiara e coerente con i suoi valori costitutivi, fino anche ad interrompere le relazioni diplomatiche con l’IRAN.
    Ho promosso anche una petizione per chiedere la denuncia per crimini contro l’umanità della dirigenza criminale iraniana.
    Con la presente chiedo al Vostro Comune di assumere il patrocinio politico di un condannato a morte in IRAN e scrivere una lettera in sua difesa all’Ambasciatore iraniano in Italia.
    Allego all’uopo, a titolo di esempio, la lettera da me inoltrata all’Ambasciatore il 15 dicembre 2022, accanto all’ultimo elenco degli attuali (e conosciuti) condannati a morte.
    Confinando nella Vostra comprensione e nel Vostro sostegno,
    porgo un cordiale saluto,

    Marcello Carli

    Le ultime

    Novità da Facebook

    1 settimana fa

    Il #trentinoaltoadige è orgoglioso dei suoi figli!Grazie Yeman Crippa e Jannik Sinner!❤️❤️❤️#Sinner #crippa ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    1 settimana fa

    PIÙ ISPEZIONI E CONTROLLI SUI LUOGHI DI LAVOROOgni volta, di fronte agli incidenti sul lavoro restiamo attoniti e dispiaciuti anche per la sofferenza inflitta alle famiglie dei lavoratori che non ci saranno più.Ma questo non basta. Non è sufficiente piangerli. Per onorarli occorre chiedere che vengano adottati provvedimenti che impediscano questi accadimenti e, tra gli strumenti maggiormente idonei a prevenire gli incidenti sul lavoro, ci sono , certamente il controllo e l’ispezione, attività che negli anni hanno subito grande limitazione per la riduzione sensibile del personale. E, quindi, io chiedo a questo governo e a quelli che verranno di aumentare il personale destinato alle ispezioni.Chiediamo a gran voce che lo Stato faccia la sua parte per la prevenzione degli infortuni sul luogo di lavoro implementando i controlli sui cantieri.Diffondiamo il principio che: investire sulla sicurezza non è una spesa inutile ma corrisponde ad un investimento ulla vita umana.Condoglianze alle famiglie dei lavoratori del cantiere Esselunga di Firenze🖤🖤🖤🖤#lavoro #sicurezzasullavoro #controlli #ispezioni ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    2 settimane fa

    L’Europa degli Stati è come l’Italia dei piccoli comuni. In un contesto nuovo - che può piacere o non piacere, ma è così-, devono essere aggiornate anche le istituzioni. L’Unione Europea è già stata un’intuizione straordinaria, che ha garantito pace e sviluppo. Oggi, per mantenerla attuale dobbiamo rafforzarla, dotandola di ulteriori competenze. E penso alla difesa, alla politica estera, alla gestione dei confini e dell’immigrazione, alle politiche sanitarie, ad una parte della fiscalità. E se non potremo farlo in 27 dovremo farlo con geometrie variabili, con chi ci sta. Come si è fatto con Schengen, con l’Euro. Ci vuole visione e coraggio, e la consapevolezza che da soli non andiamo da nessuna parte. O forse andiamo indietro.#UnioneEuropea #schengen ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    2 settimane fa

    Trovo assai preoccupante che il cap0 del Crexlino abbia dichiarato "ricercati" il premixr estone, il min. della Cultura lituano ed altri esponenti dei Paesi baltici.Su quali basi egli si ritiene competente ad assumere tali provvedimenti?Forse, perché un tempo appartenenti all’impero russo?E allora dobbiamo ritenere tali dichiarazioni foriere di ulteriori atti in viXlazione della sovranità degli stati baltici per la ricostruzione dell’impero che fu? Voi che ne pensate?#sovranità #libertadipensiero #diritti ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    3 settimane fa

    Gli Stati Uniti hanno deciso di riconoscere finalmente lo stato di Palesti@a. È un riconoscimento che a mio parere deve essere fatto da tutte le nazioni del mondo perché l’unica soluzione per risolvere il con@litto israeliano/palestinese è: DUE POPOLI DUE STATI.Fermiamo l’@ggressione a Gaza, salviamo questo popolo martoxi@to!! #Gaza #PalestinaLibera #dirittiumani ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook