I PUNTI CHIAVE

In cosa Credo

Una città sicura

Una città può essere vissuta bene quando è sicura. In tutte le zone cittadine dovranno essere favorite le iniziative di controllo ed integrazione sociale che scoraggino comportamenti pericolosi e criminosi. Attraverso l’apertura di attività aperte al pubblico fino a tarda sera, con l’attivazione di percorsi museali e culturali serali e notturni e con tutte le attività che favoriscono una fruizione diffusa dello spazio urbano si possono prevenire senza costi ed in maniera efficace le attività criminali.

Università

Trento da ormai quasi sessant’anni ospita un’università che nel corso del tempo ha raggiunto livelli di qualità assai elevati. Tuttavia la città ha fatto fatica a concepirsi come città universitaria nel senso classico del termine. Integrare meglio i due elementi fra loro potrà essere motivo di ulteriore rafforzamento dell’identità della città e della sua economia legata al commercio ed ai servizi.

Trento Smart City

La tecnologia offre potenzialità a tutt’oggi non pienamente e organicamente sfruttate dalla P.A. La stessa Città di Trento, seppure dotata di alcune applicazioni che consentono un più celere dialogo con il cittadino, risulta carente sotto alcuni profili. La nostra idea è dunque quella di rendere Trento DAVVERO “altamente digitalizzata” e “user friendly”, con un’evidente ricaduta positiva sulla qualità della vita dei cittadini e delle imprese, per l’evidente abbattimento dei tempi di attesa, e sulla efficienza, efficacia ed economicità dell’attività amministrativa.

Circoscrizioni

Noi crediamo nel decentramento politico-amministrativo e crediamo nella sussidiarietà verticale per cui riteniamo tutt’ora che le Circoscrizioni vadano mantenute e semmai valorizzate e potenziate quale strumento di ascolto del territorio e delle sue necessità. Certo su di esse andrà fatta una riflessione circa le competenze ed eventuali variazioni territoriali, ma tutto questo dovrà essere fatto non con operazioni di vertice ma sempre privilegiando il confronto e l’ascolto di queste realtà importantissime per la città.

CHI SONO

Laurea in Economia e Commercio

Economia politica

Vice Presidente nazionale UCID

Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti

Socio IAI

Istituto Affari Internazionali Roma

Socio Centesimus Annus

Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice

Presidente SSF Trentino

Sport Senza Frontiere Trentino APS

LA MIA CAMPAGNA È ALIMENTATA
DAI CONTRIBUTI DI SOSTENITORI COME TE

Diventa un volontario

Raccontaci qualcosa di te e di quello che saresti disponibile a fare

    Le ultime

    Novità da Facebook

    Cover for Marcello Carli
    10,448
    Marcello Carli

    Marcello Carli

    Il mio sogno è un progetto: far rinascere Trento!

    4 ore fa

    Marcello Carli
    Incredibile la figuraccia appena fatta da Matteo Salvini in Parlamento: tenta la prova di forza per imporre Presidente della Repubblica Elisabetta Casellati ma lei rispetto ai 505 voti necessari ne raggranella la miseria di 382: un disastro epocale!Ma davvero si ritiene basti mettersi una felpa per guidare il Paese?Davvero il Capo dello Stato si elegge con una prova di forza?Se la politica fosse praticata seriamente, uno di fronte a una figuraccia così dovrebbe dimettersi.Ma Salvini, secondo voi, qualcosa di serio oltre lo stipendio ce l'ha??!?Io ne dubito!!! ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    12 ore fa

    Marcello Carli
    La scadenza è nota in anticipo: il settennato scade ogni sette anni, puntualmente; la congiuntura geopolitica ed economica è assai preoccupante, con il rischio di guerra alle porte e l'energia a prezzi insostenibili per le famiglie e le aziende; l'Italia è destinataria della quota prevalente dei fondi europei per la ripartenza post covid: è triste e soprattutto fastidioso vedere la sostanziale incapacità di un gruppo di politicanti di eleggere la figura istituzionale che deve garantire l'unità del Paese e la sua credibilità internazionale. L'inadeguatezza che trionfa sulla responsabilità.Speriamo che oggi tornino di scena la serietà a la responsabilità! ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    2 giorni fa

    Marcello Carli
    La Memoria è l'unico argine che abbiamo per migliorarci, per progredire, per fare in modo che certi orrori non si ripetano mai più! #giornatadellamemoria ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    3 giorni fa

    Marcello Carli
    Io non ho niente contro Amadeus, contro Alberto Angela e figuriamoci contro Dino Zoff, anzi ho ancora lui nella mente come eroe al Mundial.Ma qualcuno sa spiegarmi cosa c'entrano i loro nomi in una votazione per il Quirinale?Viviamo un momento fondamentale come l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, ma devo dire che mentre da due anni alle italiane e agli italiani vengono richiesti sacrifici non indifferenti tutta questa pretattica in aula ha del surreale, le schede bianche, tanti giochi, giochetti e giochini, e nomi scritti sulla scheda solo come provocazione goliardica, rischiano seriamente a mio avviso di allontanare ancora di più la gente dalle istituzioni.Forse costruire un Paese più moderno vuol dire anche rivedere queste procedure: nulla ovviamente togliendo alle necessarie garanzie, ma pensando ad assicurare un po' di serietà in più, un po' di speditezza in più e una votazione al passo coi tempi, non credete?Un caro saluto a tutte e tutti voi! ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    6 giorni fa

    Marcello Carli
    Scusate se entro così, stamattina che è domenica, nelle vostre case: ma mi sto chiedendo, davvero, che tipo di società vogliamo costruire.Nessuno discute, o almeno non la discuto io, l'importanza del reddito di cittadinanza come temporaneo sostegno alle persone in difficoltà, per inserirle poi nel tessuto produttivo.Ma la domanda sulfuturo che vogliamo costruire la pongo, perché se poi si pensa dì chiedere a queste persone, percettori di reddito statale, di dare una mano in un hub vaccinale, come è ad esempio accaduto nelle scorse ore a Reggio Emilia, ebbene allora si mette di mezzo un sindacato, e precisamente la Cgil, per dire che no, non si può fare.Ma in che razza di mondo viviamo?E in che mondo vive questo sindacato?Davvero si ritiene di poter distribuire soldi statali a pioggia ritenendo che ai percettori di questi soldi non si possa chiedere di dare una mano, anche e soprattutto in emergenze come quella attuale?Da moderato penso che così non funziona, che così non si va da nessuna parte. I soldi non si danno gratis alle persone capaci ed abili al lavoro!! Non esiste progresso senza impegno, senza reciproca responsabilità!E non pensiamo all'insegnamento che diamo ai ragazzi, ossia che per guadagnar soldi basta restarsene seduti sul divano?Ci rendiamo conto della pericolosità del messaggio?Ma a voi sembra normale, accettabile??!?Un saluto, di cuore, a tutte e tutti voi.E non perdiamoci d'animo: buona domenica! ... Mostra di piùMostra di meno
    Vedi su Facebook

    Privacy Policy Cookie Policy