I PUNTI CHIAVE

In cosa Credo

Una città sicura

Una città può essere vissuta bene quando è sicura. In tutte le zone cittadine dovranno essere favorite le iniziative di controllo ed integrazione sociale che scoraggino comportamenti pericolosi e criminosi. Attraverso l’apertura di attività aperte al pubblico fino a tarda sera, con l’attivazione di percorsi museali e culturali serali e notturni e con tutte le attività che favoriscono una fruizione diffusa dello spazio urbano si possono prevenire senza costi ed in maniera efficace le attività criminali.

Università

Trento da ormai quasi sessant’anni ospita un’università che nel corso del tempo ha raggiunto livelli di qualità assai elevati. Tuttavia la città ha fatto fatica a concepirsi come città universitaria nel senso classico del termine. Integrare meglio i due elementi fra loro potrà essere motivo di ulteriore rafforzamento dell’identità della città e della sua economia legata al commercio ed ai servizi.

Trento Smart City

La tecnologia offre potenzialità a tutt’oggi non pienamente e organicamente sfruttate dalla P.A. La stessa Città di Trento, seppure dotata di alcune applicazioni che consentono un più celere dialogo con il cittadino, risulta carente sotto alcuni profili. La nostra idea è dunque quella di rendere Trento DAVVERO “altamente digitalizzata” e “user friendly”, con un’evidente ricaduta positiva sulla qualità della vita dei cittadini e delle imprese, per l’evidente abbattimento dei tempi di attesa, e sulla efficienza, efficacia ed economicità dell’attività amministrativa.

Circoscrizioni

Noi crediamo nel decentramento politico-amministrativo e crediamo nella sussidiarietà verticale per cui riteniamo tutt’ora che le Circoscrizioni vadano mantenute e semmai valorizzate e potenziate quale strumento di ascolto del territorio e delle sue necessità. Certo su di esse andrà fatta una riflessione circa le competenze ed eventuali variazioni territoriali, ma tutto questo dovrà essere fatto non con operazioni di vertice ma sempre privilegiando il confronto e l’ascolto di queste realtà importantissime per la città.

CHI SONO

Laurea in Economia e Commercio

Economia politica

Vice Presidente nazionale UCID

Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti

Socio IAI

Istituto Affari Internazionali Roma

Socio Centesimus Annus

Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice

Presidente SSF Trentino

Sport Senza Frontiere Trentino APS

LA MIA CAMPAGNA È ALIMENTATA
DAI CONTRIBUTI DI SOSTENITORI COME TE

Diventa un volontario

Raccontaci qualcosa di te e di quello che saresti disponibile a fare

Le ultime

Novità da Facebook

Cover for Marcello Carli
9,884
Marcello Carli

Marcello Carli

Il mio sogno è un progetto: far rinascere Trento!

17 ore fa

Marcello Carli

Trento rinuncia al mercatino di Natale.
Per responsabilità, si dice. E tenuto conto della crescita della curva pandemica, ci può stare.

Non ci sta, invece, ed è un grave errore di metodo, il non aver concertato la decisione con le confederazioni imprenditoriali.
Nemmeno ci sta l'assenza di una qualche forma di indennizzo economico/fiscale a chi si troverà in notevole difficoltà economica a causa della soppressione dell'evento, senza poi nemmeno considerare la grave ricaduta globale per la città derivante dal mancato afflusso turistico.

Senza concertazione non si governano i processi complessi!
... Mostra di piùMostra di meno

Vedi su Facebook

7 giorni fa

Marcello Carli

"Le feste in casa sono un pericolo, MA NON MANDEREMO LA POLIZIA".

Non so voi, ma io trovo semplicemente allucinante questa frase del presidente del Consiglio Conte.
"Non mandare la polizia" nelle case degli italiani non è infatti a mio avviso una sua gentile concessione, ma una cosa che nemmeno andava detta o specificata.
Ci mancherebbe altro!
Vedete, dicono che in molti casi la parola è d'argento ma il silenzio è d'oro: questo, secondo me, era proprio uno di quei casi.

Un saluto a tutte e tutti voi!!!
... Mostra di piùMostra di meno

Vedi su Facebook

1 settimana fa

Marcello Carli

Nei Paesi di cultura anglosassone esistono poche regole chiare per tutti.
Più una norma è chiara, meno è discrezionale la sua interpretazione, più è facile che venga rispettata.
L'Italia è invece il regno delle norme che vengono chiarite dalle circolari, che a loro volta vanno 'interpretate".
È ad esempio quanto accaduto ieri a proposito dell'uso delle mascherine nell'attività sportiva.
La circolare del ministero sembrava avallare l'interpretazione secondo cui la mascherina è necessaria per fare sport all'aperto.
In serata, dallo stesso ministero si chiariva, "interpretando", che non è così.
Basta questo esempio, questo piccolo esempio, per farci capire quanto l'oscurità e la confusione facciano male al nostro Paese, non siete d'accordo?
Buona settimana a tutte e tutti voi!
... Mostra di piùMostra di meno

Vedi su Facebook

1 settimana fa

Marcello Carli

"Seimila passi per il cuore", con Francesca Dallapè.
Bellissima iniziativa che sottolinea l'importanza e la necessità del movimento per mantenersi in salute.
Buon fine settimana a tutte e tutti voi!
... Mostra di piùMostra di meno

Vedi su Facebook

Privacy Policy Cookie Policy